Trading nel forex: analisi tecnica e indicatori

Chi conosce ancora poco il complicato mondo del trading online, difficilmente potrà comprendere la fondamentale importanza che l’analisi tecnica riveste in questo settore della finanza. Senza l’aiuto dell’analisi tecnica sarebbe infatti impossibile operare in un mercato gigantesco e liquido come il Forex, dove un numero sempre maggiore di piccoli investitori tenta la fortuna sfidando grandi multinazionali, governi e banche centrali.

Non tutti conoscono questa disciplina e gli strumenti base che servono per metterla in atto, i cosiddetti “indicatori tecnici”. Cos’è allora l’analisi tecnica, e in che modo può essere usata nel forex? Cerchiamo di rispondere a queste domande.

trading nel forexFacilmente utilizzabile anche dai trader alle prime armi, l’analisi tecnica richiede solo la giusta dose di attenzione e tanta concentrazione. Essa permette, grazie ad alcuni semplici grafici e agli indicatori, di interpretare l’andamento di un mercato quotato, compreso ovviamente il forex.

Naturalmente, le informazioni da trarre da queste analisi non sono le uniche da tenere in considerazione prima di decidere di lanciarsi nell’investimento. Occorrerà riflettere su tanti altri fattori e imparare ad affidarsi all’istinto per anticipare i tassi futuri del mercato. L’analisi tecnica è comunque interessante perché grazie allo studio dei fenomeni passati è possibile imparare ad anticipare quelli futuri deducendone delle semplici regole.

Ma andiamo più nello specifico e analizziamo gli indicatori tecnici. Con questo termine indichiamo svariate categorie di strumenti, divise fondamentale in due gruppi: indicatori leading e indicatori lagging. Gli indicatori leading sono un mezzo di previsione statistica dell’andamento futuro dei prezzi (basato sulla rilevazione e lo studio dei prezzo precedenti), mentre i lagging concentrano la loro attenzione sul segnale lanciato dal trend on line di un mercato appena iniziato.

Parlando del forex, dobbiamo aggiungere che questi indicatori sono utili anche per analizzare il livello di volatilità dei tassi. Quest’ultima deve essere considerata nel momento in cui si sceglie lo strumento di trading da utilizzare. Infatti, qualora si noti una forte volatilità, sarà preferibile tradare sulla coppia di valute con un’opzione binaria per approfittare dei guadagni a breve termine. Al contrario, una volatilità relativamente debole sarà il segnale di una tendenza chiara in grado di fornire la sicurezza necessaria per un trading più tradizionale.

Per imparare a realizzare una buona analisi tecnica, bisogna conoscere molto bene l’insieme dei criteri e delle informazioni da analizzare per comprendere meglio i movimenti finanziari e le loro applicazioni. Se ancora non capite tutti questi termini, non spaventatevi: vi basterà poco per imparare ad usare al meglio l’analisi tecnica.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *