Il frigorifero del futuro? Auto-refrigerante e a pannelli solari

Sembrano passati anni luce da quando i cibi venivano conservati nelle cosiddette ghiacciaie i cui blocchi provenivano dai laghi o dai bacini d’acqua dolce. I cibi che oggi mettiamo in frigo si conservavano invece semplicemente in cantina dove riuscivano a mantenersi in ottime condizioni anche per giorni e giorni. Eppure oggi se c’è un elettrodomestico del quale proprio non possiamo fare a meno è proprio il frigorifero.

frigorifero del futuroCome sarà nel futuro? Chi spende qualcosa in più: tra regolazione e programmazione tramite lo smartphone, display e schermi con telecamera tramite i quali è possibile sbirciare all’interno già si è fatto una mezza idea. Insomma, interagire con il proprio elettrodomestico e guardare all’interno, pur restandosene seduti in ufficio, è già possibile anche se i costi, sia in termini di acquisto che di consumo, sono ancora esorbitanti.

Passi in avanti se ne fanno quotidianamente ma,nel futuro, ben oltre il risparmio energico è possibile che l’attuale concetto di frigorifero venga totalmente ribaltato. Ci sta pensando da qualche tempo Yuriy Dmitriev, il progettista del Bio Robot: un frigorifero in grado di raffreddare i cibi senza l’ausilio della corrente elettrica e senza dover aprire o chiudere alcuno sportello. Il modello, che dovrà essere ancora testato a dovere, si presenta come un pannello da muro contenente un gel in bio-polimeri molto particolare, in grado di assorbire il calore dall’ambiente esterno e di provocare una reazione chimica di raffreddamento tramite le radiazioni UV della luce: basta spingere al suo interno il cibo, per ‘incollarlo’ e raffreddarlo alla giusta temperatura. Molti gioielli di tecnologia, tuttavia, sono già in fase di progettazione in molte altre nazioni del mondo.

In Francia, per esempio, è stato sviluppato un prototipo di frigorifero dotato di pannelli solari incorporati: basta collocarlo all’esterno, e l’elettrodomestico svolge tutte le sue funzioni senza per questo sprecare un solo watt di elettricità, auto-alimentandosi. Inoltre, attualmente è in fase di test una tecnologia che consentirebbe, in caso di successo, di creare il super-freddo attraverso una catena di magneti, dunque annullando del tutto il consumo di energia elettrica.

Infine, una delle tecnologie già in fase di test, e dunque più vicine a noi: i frigoriferi costruiti con materiali molto particolari, capaci di trattenere il freddo per svariate ore, senza il supporto dell’elettricità. Ciò che stupisce, è che tutte queste tecnologie sono, chi più chi meno, già in fase di studio o di testing: la speranza è che qualche grande azienda decida di investire in esse, portando finalmente le nostre cucine nel nuovo millennio.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *