Escort (o accompagnatrice) e qual’è il suo ruolo oggi

Si dice spesso cos’è un’accompagnatrice, o meglio si va spesso alla ricerca di informazioni in merito. Ma cosa non è, invece, un’accompagnatrice oggi?

Molto spesso, per comprendere il valore di ciò che è davvero una cosa oggi, bisogna essere in grado di comprendere ciò che essa non è. Detta così, questa frase potrebbe apparire sicuramente strana ed incomprensibile, ma se riuscissimo invece ad applicarla ad una realtà che pochi conoscono bene sarà per noi decisamente più semplice comprendere.

ruolo delle escort oggiCosa vogliamo dire con questo? Molto spesso, in tema di accompagnatrici e simili, si parla proprio di cosa è una Escort a Napoli, di cos’è un’escort e di cosa è una donna di strada. Tutte spiegazioni molto semplici e comprensibili, ma che talvolta possono comunque – a nostro discapito – non aiutarci a mettere bene a fuoco la situazione.

Perché se è vero che possiamo sapere che una donna di strada è una donna che si fa pagare per un rapporto sessuale, che una escort è la sua elevazione più diffusa e che l’accompagnatrice ha un atteggiamento più intimo e sottile, è anche vero – ed è giusto e vale la pena dirlo – che non conosciamo bene cosa non sono questi mestieri.

Oggi ci interessa approfondire, quindi, cos’è e cosa non è soprattutto un’accompagnatrice. Ricordiamo, prima di tutto, che un’accompagnatrice è sicuramente una donna che accompagna un uomo: lo dice il termine stesso, anche se la definizione che abbiamo dato potrebbe essere un po’ troppo semplicistica.

In effetti, diciamo, la Escort è una donna che accompagna il suo cliente – con cui ha sicuramente stabilito un regolare compenso e contratto che la tuteli – all’interno di un ristorante o di un locale, o meglio durante una cena o un evento. Una donna che mostra la sua capacità e le sue abilità non solo fisiche, ma anche espressive.

Cosa non è, invece, una accompagnatrice? Partiamo dal primo, forse più importante, punto: un’accompagnatrice sicuramente non è una donna di strada. Non è una donna che non sa ciò che vuole e che si piega alla volontà degli altri, non è una donna poco determinata e non è una donna che si fa comandare.

L’accompagnatrice non è una femmina, semplicemente. O meglio. È una femmina che sa molto bene di esserlo, che è consapevole della sua bellezza e femminilità, ma che, in maniera furba, non usa solo il suo corpo femminile per piacere, ma al contrario sa anche sfoggiare le sue capacità e le sue abilità nel parlare, nel vestirsi in maniera adeguata, nel saper stare in società, anche nel sapersi destreggiare in situazioni che potrebbero definirsi difficili e complesse.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *